Cappella dell'Addolorata

Dalla piazza entrando in chiesa la cappella è situata longitudinalmente. La cappella ducale risale al XII secolo: fu dedicata alla Madonna della Neve, in seguito a Santa Maria ad Praesepe e dopo la battaglia a san Lorenzo in attesa dell'attuale chiesa.

Due eventi importanti: nel 1572 la fondazione e la sede dei cavalieri dell'ordine di S. Maurizio e Lazzaro, il cui gran maestro fu Emanuele Filiberto, ordine che ha avuto molta importanza nella storia sabauda e quindi nel 1578 la prima ostensione della Sacra Sindone. A sinistra dell'altare, la regia tribuna dorata da cui i duchi assistevano alle funzioni religiose.
A ricordo della Sindone, per concessione della Santa Sede, è stata realizzata da Bernardo Vittone nel sec XVIII davanti all'altare la scala santa di 12 gradini, che si salgono in ginocchio.

Nel 1846 Alfonso Dupuy restaura la cappella come oggi la vediamo; il prezioso altare ideato da Bernardo Vittone, è sovrastato dal gruppo ligneo di ottima fattura (Cristo morto ai piedi della Madonna) del Tamone (1870).